invisible

Sviluppo artigiano

Avviso di convocazione assemblea ordinaria generale dei soci

E’ convocata l’ Assemblea Ordinaria Generale dei Soci di Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, ai sensi degli artt. 21 e seguenti dello Statuto Sociale in prima convocazione per il giorno mercoledì 21 giugno 2017 alle ore 8.30, presso la sede Sociale in Venezia – Marghera Via della Pila, 3/a, ed in seconda convocazione per:

Lunedì 26 giugno 2017 alle ore 11.00
presso la sede Sociale
Via della Pila 3/a – Venezia / Marghera
con collegamento in audio-videoconferenza dalle Unità Locali

per deliberare sul seguente ordine del giorno:

In seduta ordinaria:
  1. Comunicazione dell’attività svolta dal Consiglio di Amministrazione ai sensi dell’art. 32.5 dello Statuto Sociale: modifica art. 10 dello Statuto;
  2. Adempimenti di cui all’art. 2364 del Codice Civile e delibere conseguenti;
  3. Verbale revisione Lega Nazionale Cooperative e Mutue anno 2016.
Il Presidente
Mario Borin

Condizioni con la Banca del Centroveneto

Condizioni Agevolate e Rimborso del 50% delle commissioni di garanzia per i nuovi Clienti di Banca del Centroveneto

Sviluppo Artigiano  e la Banca del Centroveneto hanno stipulato un accordo di collaborazione che prevede per i Soci del Consorzio Fidi, non ancora clienti della Banca del Centroveneto, la possibilità di godere della garanzia consortile con un risparmio del 50% delle commissioni e di ottenere condizioni particolarmente agevolate sugli affidamenti concessi.

Sviluppo Artigiano sempre in prima linea per cogliere le migliori opportunità per l’accesso al credito più facilitato e vantaggioso per i propri soci.

accordo-centroveneto


Iscrizione TUB 106

Con lettera del 10/5/2016 Banca d’Italia ha ufficialmente iscritto Sviluppo Artigiano al nuovo albo ex art. 106 TUB.

La riforma condotta da Banca d’Italia nel settore dei Confidi ha innescato un processo destinato ad incidere profondamente in termini di fisionomia, numero e tipologia di operatori; ogni Confidi è stato chiamato ad affrontare cambiamenti significativi per sopravvivere in un regime vieppiù concorrenziale che richiede di perseguire processi di crescita e di valorizzazione del capitale umano.

Alla luce dei futuri scenari, nel formulare la domanda per l’iscrizione all’albo della Banca d’Italia, Sviluppo Artigiano ha condotto una ampia e dettagliata analisi sulla propria struttura organizzativa, sui processi che la regolano e sugli obiettivi strategici che il Confidi intende perseguire garantendo sempre e comunque il rispetto della mission di Sviluppo Artigiano: offrire sostegno e assistenza alle imprese socie.

Sviluppo Artigiano è certo che l’autorizzazione appena ricevuta darà riconoscimento e forza al Confidi all’interno di un sistema economico che individua nei “Confidi maggiori” un ruolo finanziario determinante e ci darà l’opportunità di continuare a crescere nel mercato delle garanzie per il credito supportando i nostri soci ancora con una più forza rispetto al passato, continuando a sostenerli negli investimenti e nello sviluppo aziendale.

Link utili