invisible

Fondo di Garanzia PMI

Sviluppo Artigiano opera anche con il "Fondo di garanzia per le Piccole e Medie Imprese dello Sviluppo Economico".

mcc

Il Fondo di garanzia (L.662/96) sostiene lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese Italiane concedendo una garanzia pubblica a fronte di finanziamenti concessi dalle banche.

L'azienda che ha bisogno di un finanziamento finalizzato all'attività di impresa può chiedere alla Confidi di controgarantire l'operazione mediante la garanzia pubblica. Con l'intervento del Fondo il finanziamento, in relazione alla quota garantita, è a rischio zero per il Confidi e quindi per la Banca che, in caso di insolvenza dell'impresa, viene risarcito dal Fondo Centrale di Garanzia e in caso di eventuale esaurimento di fondi di quest'ultimo, direttamente dallo Stato.

Il Confidi verifica l'ammissibilità al fondo di garanzia e provvederà ad inviare la domanda di controgaranzia all'ente.
Rivolgendosi al Fondo di Garanzia l'impresa, quindi, non ottiene un contributo in denaro o l'erogazione diretta di un finanziamento agevolato, ma ha la concreta possibilità di ottenere attraverso banche, società di leasing o confidi, un vantaggio che si può concretizzare in condizioni economiche migliori riguardo tassi e commissioni o nell'erogazione di maggior credito.

Possono accedere alla garanzia del Fondo di Garanzia le PMI, comprese quelle artigiane, ubicate sul territorion azionale, economicamente e finanziariamente sane come stabilito dalle disposizioni operative.

Approfondisci.

Link utili