invisible

COMUNE DI VENEZIA

COMUNE DI VENEZIA: SOSPENSIONE PAGAMENTO RATE MUTUI A SEGUITO EVENTI METEOROLOGICI NOVEMBRE 2019

 SVILUPPO ARTIGIANO AZZERA I COSTI


   Con delibera del Consiglio dei Ministri del 14 novembre 2019 è stato dichiarato lo stato di emergenza per dodici mesi in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 12 novembre 2019 nel territorio del Comune di Venezia.

 In attuazione di tale delibera, il 16 novembre 2019 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha emanato l’Ordinanza 616  , pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.273 del 21 novembre 2019, per la sospensione del pagamento delle rate dei mutui.

 Sulla base dell’art. 9, “in ragione del grave disagio socio economico derivante dall’evento in premessa, detto evento costituisce causa di forza maggiore ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 1218 del codice civile. I soggetti titolari di mutui relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, previa presentazione di autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, hanno diritto di chiedere agli istituti di credito e bancari, fino all'agibilità o all'abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, una sospensione delle rate dei medesimi mutui, optando tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale”.

 Per le imprese che presenteranno richiesta di sospensione su finanziamenti garantiti da Sviluppo Artigiano, la sospensione dovrà essere avanzata anche al Confidi il quale non applicherà alcun onere aggiuntivo.

 
 Gli interessati dovranno rivolgersi al proprio istituto di credito per tutte le informazioni del caso e contattare la nostra sede di Venezia (041/5385020 – mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) per eventuali ulteriori chiarimenti.

Link utili